Girdania 1996

 ITALIA/GRECIA/TURCHIA/SIRIA/GIORDANIA 1996

 

Beppe Rossi - Patriza Alborghetti / Agostino Migliorsti - Anna Capra

 

VEN/SAB 06-07/09/96 BRESCIA IGUMENITZA/TRIKALA 630 KM

Traversata buona,  la  nave  anche.  Partiamo  subito.  Strada di montagna infernale,  tutta saliscendi,  curve  e camion.  La Land arranca.  Ci accampiamo  in piazzale quando  ormai é buio.  Fa un freddo cane. Non dovevamo andare al caldo?

 

DOMENICA 08/09/96 TRIKALA FRONTIERA TURCA KEZAN 694 KM.

Tappa  di  trasferimento.  Passiamo  tranquillamente la frontiera turca.  Fatichiamo a trovare camping dov'era stato Beppe  ed alla fine  rinunciamo.   Campo  in  piazzale  di  hotel  con  camping, purtroppo chiuso per la troppa pioggia.  Alla sera partecipiamo a festa nunziale all'aperto. Grande accoglienza.

 

 

LUNEDI 09/09/96 KEZAN ISTANBUL ANKARA GOELBASI. 735 KM.

Tappa  di  trasferimento.  Non ci fermiamo ad Ankara.  Io e Beppe prendiamo  la  multa.  Le  strade  sono belle,  quasi tutte a due corsie. Golbasi paesino turistico sulle rive di un lago. Facciamo campo nel  parcheggio di un  hotel ormai chiuso.  Di nuovo freddo cane e c'é  molto  vento.  Nell'air  camping  entra  condensa. Al mattino paesaggio invernale con tanto di nebbia.

 

MARTEDI 10/09/96 GOLBASI ISKENDERUM. 608 KM.

Tappa di trasferimento tutta in autostrada,  salvo piccola uscita per rifornimento  in  quanto,  nonostante i miei  4  serbatoi ero quasi a secco.  Nel paesino il benzinaio ci offre il  the, proprio come  dalle  nostre  parti.  La  temperatura  comincia  a salire. Iskenderum  é  una  cittadina   turca  carina   se  pur  modesta. Stranamente troviamo un campeggio,  tutto sommato carino, a parte i bagni con una fauna  agguerrita.  Paese  infestato  da zanzare, combattute  con un  bruciatore  di gasolio montato  su un vecchio pick  up che,  con un fracasso  infernale,  gira per le strade di sera.  Moriremo dissanguati o  intossicati?  Giro  serale  per la cittadina. Simpatica.

 

MERCOLEDI 11/09/96 ISKENDERUM SIRYA ALEPPO. 195 KM.

Usciamo  dalla Turchia.  Lunghissime file  di  TIR in  entrambi i sensi  alla  frontiera con la  Siria.  Vanno e vengono da Arabia, Iran,  ecc.  Tutto sommato bene la frontiera, passata con l'aiuto di due ragazzi  che,  in cambio di qualche dollaro,  ci aiutano a sbrigare  le  formalit… burocratiche.  Il diesel  paga  tassa 150 USD!!! Aleppo visita a suk, normale, e moschea. Traffico caotico. Dopo  break in  hotel in  cui avevamo  parcheggiato,  si riparte. Campo sulla via di Damasco. Dopo diversi tentativi facciamo campo davanti a povera casa  di contadini,  che acconsentono volentieri ad ospitarci. Ci regalano anguria. La Patty ricambia con vestiti. GIOVEDI 12/09/96 ALEPPO

 

GIORDANIA. 452 KM.                   

Tappa di trasferimento. Ora il caldo comincia a farsi sentire. In uscita dalla Siria alla frontiera troviamo il caos.  E' giorno di rientro in quanto il venerdì per  gli arabi é festa.  Tempo di attesa snervante tra code  ed  ammassamento  di  auto.  Si riesce comunque a socializzare.  Visto che sudo per il caldo mi regalano confezione di  fazzolettini.  Molta  differenza  tra le  auto dei siriani (catorci) e Sauditi/Kuwaitiani (Mercedes ed americane). La frontiera giordana sembra quella svizzera per luci  e pulizia. Tutto  sommato passiamo  abbastanza  in fretta,  ma ormai é notte inoltrata.  Campo  in  un  terreno poco  dopo  la  frontiera. Ago comincia a rognare.


VENERDI 13/09/96 GIORDANIA-MAR MORTO-PETRA.  376 KM.

In Giordania sembra regnare un relaivo benessere. Arriviamo sulle rive del Mar Morto in  tempo   per il pranzo.  Facciamo il bagno. Curioso il  fatto  di  non  affondare.  Ora  fa  veramente caldo. L'altra sponda é già Israele, ecco perché ci sono tanti militari. Facciamo la strada dei Re, l'idea é mia. E' tutta un saliscendi e curve e controcurve.  Doveva essere molto  caratteristica secondo quanto letto sulla guida. Di caratteristico c'é solo il fatto che a Petra mi  mollano i freni della Land,  troppo  sollecitati. Per fortuna siamo arrivati e pian pianino raggiungiamo  un mega hotel che ci fa campeggiare nel parcheggio.  E'andata. Sembra di essere a Rimini, da tanti hotel che ci sono.

 

SABATO 14/09/96 PETRA WADI RUM. 125 KM.

Visita  a Petra.  E'  come ce l'aspettavamo. Bellissima. Mi molla anche la telecamera,  con le pile  scariche. Parsimoniando riesco comunque a filmare. Il caldo é torrido. Dopo bagno ristoratore in piscina  partiamo  per Wadi  Rum.  Strada  buona,  i  freni pure. Entriamo  verso sera nel  Wadi Rum,  dopo aver pagato immancabile biglietto.  Primo ed unico incontro con la  sabbia in fuoripista. Il peso e le  gomme non   adatte ci fanno desistere.  Campo sulla sabbia.

 

DOMENICA 15/09/96 WADI RUM / AQABA.  91 KM.

E' il momento di gloria del satellitare. Seguiamo il percorso, in verità  facile  e  corto,  indicato  dalla  rotta  rilevata dalla cartina prima di partire. Funziona. Senza intoppi arriviamo sulla strada asfaltata. Anche Beppe si congratula. Arriviamo ad Aqaba e troviamo campeggio in  uno dei tanti hotel.  La  Anna  comincia a star male,  con febbre.  Ago prende un stanza. Volevamo il caldo? Sembra di camminare con un phon dietro le orecchie.

 

LUNEDI 16/09/96

Aqaba.  Riposo.  Mare,  anche  Beppe e la  Patri fanno  il bagno. L'acqua comunque  merita.  Visita fondali,  miseri,  con barcone. Shopping  al  mattino e passeggiata serale.  Il  posto  non offre molto. La Anna non migliora. Ago ha chiamato il medico.

 

MARTEDI 17/09/96 AQABA FRONTIERA. 435 KM.

Trasferimento  con  sosta  per  visitare  resti  in  città  che a tutt'oggi non son sicuro del nome.  Gerico? Credo di no. Campo in frontiera, come all'andata.

 

MERCOLEDI 18/09/96 FRONTIERA PALMIRA. 387 KM.

Trasferimento.  Momenti  di  panico  nel caos di Damasco,  ma poi troviamo la retta via.  Si passa  a 150  Km dal confine iracheno. Strano effetto vedere i cartelli stradali con  le indicazioni per Baghdad, la guerra del Golfo non é poi così lontana. Arriviamo a Palmira,  quasi al tramonto.  E' bellissima. Campo in camping nel piazzale di hotel,  di fronte alle  rovine. L'Ivana finalmente riesce a salire su un cammello.  Visita serale alla città. L'atmosfera è stupenda.

 

GIOVEDI 19/09/96 PALMIRA SOKAILIBIYA 282 KM.

Visita mattutina alle rovine,  decisamente belle. Solo al ritorno ho saputo che vi  avevano girato l'inizio dell'Esorcista.  Con un taxi locale,  tipo Ape Cross, visitiamo il castello. Partenza per la  Turchia.   Ci fermiamo  ad  Hims per vedere le  famose ruote, completamente in legno, che servivano un tempo per l'irrigazione. Enormi ed interessanti, anche se fanno un casino infernale. Da lì in poi non troviamo più la strada.  Passiamo la sera nel campo di una famiglia  che ci  invita,  dopo cena,  nella  loro  casa. Una signora parla correttamente l'italiano. Serata molto piacevole.


VENERDI 20/09/96  SOKAILIBIYA TURCHIA POZANTI. 458 KM.

Trasferimento.  Torniamo in Turchia. E' venerdi, in frontiera non c'é nessuno.  Anche la  Siria  é  andata.  Ci  accampiamo  nel  piazzale Karayollari   (Anas   turco)   presso  un  casello  autostradale. All'indomani Ago prosegue, anticipando il rientro.

 

SABATO 21/09/96 POZANTI ULCIZAR 231 KM.

Il  tempo coperto non rende merito  alla  Cappadocia.  Comunque è bella. Visitiamo alcuni luoghi caratteristici ed in uno di questi conosciamo  Faruk,  un simpatico turco che ha vissuto  a Bergamo, imparando addirittura un p• di dialetto.  Scopriamo poi che ha un mega  negozio di  tappeti e  ne  restiamo  piacevolmente vittime. Alla sera ci indica graziosa ed economica pensioncina a carattere familiare, con tanto di micio. E' il primo letto.

 

DOMENICA 22/09/96 ULCIZAR IZMIT. 645 KM.

Durante  il  tragitto  partecipiamo ad corteo  nunziale. Campo in piazzale di autogrill. Gran casino.

 

LUNEDI 23/09/96 IZMIT ISTANBUL. 181 KM.

Qualche problema con  il traffico caotico.  Arriviamo comunque al camping.  E'  anche  carino.  Ci  affidiamo  ai  mezzi  locali  e visitiamo la citt°.  Gita in battello,  il mare é un po' mosso la Patti rogna con Beppe.

 

MARTEDI 24/09/96                                            

Visita ai monumenti e gran Bazar. Purtroppo il museo é chiuso. La serata la  passiamo  con il  mitico  Pippo,  amico di  Beppe, che lavora ad Istambul. Cena in un ristorantino in riva al mare sulla sponda asiatica, che poi visitiamo. E' veramente stupenda. Sembra regnare un gran benessere a giudicare dai negozi che incontriamo.

 

MERCOLEDI 25/09/96 ISTANBUL CALCIDICA STAVOS 563 KM.         

Trasferimento.  Arriviamo sul  mare,  in  Grecia.  Buon campeggio ormai in fase di chiusura. Giretto serale  e poi  a nanna.

 

GIOVEDI 26/09/96 STAVOS IGUMENITZA. 573 KM.

Stessa schifosa strada dell'andata. Ora però piove. Arriviamo  in porto. Serata in pizzeria, non male. Campo sulla strada, dormiamo in macchina.  Memori delle esperienze passate abbiamo dosato bene i giorni ed arriviamo giusto in tempo per la partenza.

 

VENERDI 27/09/96

Imbarco caotico.  Nave.  Tutto sommato il mare é calmo...ed anche la Patty.

 

SABATO 28/09/96 ANCONA BELLARIA BRESCIA. 462 KM.

Piccola tappa per assaggiare la piadina della Patty e poi a casa dai panneri. Per quest'anno é finita, ma la prossima deve ancora cominciare.

2019    | ©2013  xnotar.it

AVVISO!

Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni. Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta che possiamo mettere/installare questi tipi di cookies sul vostro dispositivo.

Navigandolo e/o cliccando sul pulsate "accetto", accetti l'utilizzo di tutti i cookies.

Visualizza il documento della direttiva e-privacy